Este e il suo castello

Importante centro al piedi degli Euganei, popolato fin dall'età neolitica, il suo nome deriva da quello antico dell'Adige (Athesis>Atheste) che qui scorreva fino alla rotta di Cucca del 589 d.C.
In felice posizione in una conca protetta dai colli e ricca d'acque, fu importante centro civile e religioso dei paleoveneti che veneravano qui la dea Reitia e vi avevano un'importante scuola scrittoria.
Dal II sec. d. C. la città conobbe una progressiva decadenza, accelerata dalle invasioni barbariche, dal saccheggio e incendio degli Unni del 451-3, dall'alluvione del 589
In epoca longobarda e franca fu villaggio rispettivamente della sculdascia montagnanese e della contea monselicense, e iniziò a riprendersi solo verso il Mille quando il Marchese Azzo Il vi eresse il suo castello.
La nobile famiglia prese il nome della città e riprese a governare il territorio, apportando benessere e prestigio fino al 1239, quando passarono a Ferrara lasciando Este alle mire territoriali del Carraresi, in lotta con gli Scaligeri ed i Visconti.
I Carraresi riedificarono il castello nel 1339 e fortificarono la città, ma non riuscirono a far accettare il loro dominio e le loro continue lotte, tanto che nel 1405 Este si consegnò spontaneamente alla Serenissima e mantenne così privilegi e vantaggi negati ai territori occupati.
Per tutto il periodo della dominazione veneziana, Este fu tranquilla e florida grazie agli investimenti fondiari delle numerose famiglie patrizie stabilmente insediate o villeggianti.
Alcune foto

Non ci sono ulteriori foto

<<Torna indiero

10 ans de activité Rustico Lucia
Via Mandonego 5 - 35032 Arquà Petrarca (PD) - ITALIA
Tel: +39 348 5949623 - rusticolucia@hotmail.it - hits: 152.037